Truffa aggravata e peculato: sette tra medici e infermieri alla sbarra

0
654

I carabinieri del NAS di Sassari, a conclusione di complessa attività investigativa coordinata
dalla locale Procura della Repubblica, nella mattinata odierna hanno dato esecuzione a sette
ordinanze di applicazione della misura cautelare della sospensione dal pubblico ufficio a
carico di quattro dirigenti medici e tre infermieri in servizio presso la locale ASSL. I sanitari
sono stati ritenuti responsabili di truffa aggravata e peculato in danno del SSN, per aver
simulato la presenza in servizio, attestandola con il proprio badge personale, quando invece
risultavano ingiustificatamente assenti dal posto di lavoro.
L’indagine, nata nel mese di novembre 2017, con la finalità di verificare lo standard
nell’offerta sanitaria pubblica, si è protratta per alcuni mesi, ed ha consentito agli investigatori
di far emergere una notevole disinvoltura nell’assentarsi dal posto di lavoro, senza alcuna
giustificazione, da parte di alcuni dipendenti del poliambulatorio ubicato in un centro
dell’hinterland Sassarese.
In alcuni casi è stato accertato l’uso di autovetture di servizio per finalità estranee a quelle di
servizio.