FNPI-MNLF: «Parafarmacie non sono da superare ma da valorizzare»

0
723

Comunicato stampa FNPI

Gli stati generali della Farmacia continuano a parlare  delle parafarmacie come esperienze da superare.

Noi di FNPI unitamente al MNLF respingiamo con grande forza questa tesi, lo ribadiremo fino alla noia: “le parafarmacie non sono un’esperienza da superare ma una realta’ da Valorizzare”.
Non riusciamo a capire come si continui a guardare alle Parafarmacie, dove migliaia di Farmacisti lavorano, come ad un problema e non ci si e’ preoccupati o fatto concretamente nulla contro il capitale privato nella proprietà delle Farmacie.
Gridiamo con veemenza che in questi anni di crisi economica, in anni in cui ci sono migliaia di Farmacisti disoccupati, la parafarmacia e’ stata ed e’ un’importante valvola di sfogo occupazionale e l’unica fonte di reddito per le famiglie di molti farmacisti e non.
Parlare di superamento dell’esperienza parafarmacia, senza proporre un percorso concreto e reale, che non sia una  fantomatica sanatoria o riassorbimento, e’ pericoloso ed irresponsabile.
Noi non permetteremo mai che un’importante realtà produttiva ed imprenditoriale, che esiste da oltre 10 anni e che e’ diffusa capillarmente sul territorio italiano, sia liquidata semplicemente come “un’esperienza da superare”, come “un’anomalia tutta italiana”.
In Italia sono altre le anomalie e le esperienze da superare, come il sistema di accesso alla professione per i farmacisti e l’ereditarietà di una concessione statale vinta per concorso.
Queste sono le vere anomalie da superare e non le parafarmacie che sono state l’unica vera novità nel mondo dei farmacisti da decine di anni a questa parte e che in un sistema cristallizzato hanno portato innovazione e rinnovamento.
E’ stata proprio la nascita delle Parafarmacie a dare quella scossa ad un sistema fermo da decenni, proprio i colleghi nelle parafarmacie hanno cercato di innovare il servizio offerto dal farmacista sul territorio a pensare a servizi aggiuntivi al cliente/paziente a sforzarsi di rinnovare una professione bellissima, ma immobile e svilita da un sistema di accesso alla professione non meritocratico.
Noi siamo orgogliosi del ruolo innovatore e sociale che le parafarmacie hanno avuto in questi anni, sia per il cittadino che per le migliaia di farmacisti che vi lavorano.