SleepActa presenta il nuovo prodotto “Dormi” studiato per le farmacie

0
1002

La spin-off dell’Università di Pisa che ha elaborato un modo innovativo, semplice e non invasivo di studiare il sonno, già utilizzato in numerose cliniche italiane, si dedicherà allo sviluppo di una rete capillare di farmacie convenzionate

SleepActa ha concluso con successo la raccolta di capitale su un portale autorizzato dalla Consob (starsup.it). Ha infatti raggiunto l’obiettivo di 200 mila euro grazie a 55 investitori privati che hanno investito in media 4 mila euro a testa.

La società può così dedicarsi allo sviluppo commerciale del nuovo prodotto “Dormi”, un servizio di monitoraggio del sonno che, grazie all’utilizzo di comodi braccialetti sensorizzati, è ideato per chi soffre di insonnia ma preferisce andare in farmacia piuttosto che in ospedale.

Grazie a un nuovo algoritmo, basato su reti neurali artificiali, la start up è in grado di offrire un servizio di analisi del sonno e di refertazione automatica tramite activity tracker indossabili. Lo studio utilizza i dati raccolti 24 ore su 24 dai braccialetti usati dagli appassionati di fitness. Il medico o il farmacista di riferimento deve solo abbinare il braccialetto del paziente a un computer e dopo una settimana potrà sincronizzarlo per inviare i dati al server SleepActa e ottenere così il referto via email in pochi minuti.

“Abbiamo rivoluzionato un vecchio esame, l’esame actigrafico, aggiornandolo al 2018 – dichiara l’amministratore unico di SleepActa Ugo Faraguna – Gli actigrafi corrispondono agli activity trackers, come Fitbit, Misfit, Apple Watch, Garmin Vivofit etc.. Abbiamo però dimostrato che molti di questi apparecchi, e le relative piattaforme dei produttori che ne analizzano i dati, sono imprecisi nel valutare il sonno. Solo con l’abbinamento al braccialetto del nostro algoritmo validato, basato su reti neurali artificiali, la misurazione del sonno diventa accurata e oggettiva. La metodologia che proponiamo ha molti vantaggi: non è invasiva, consente al paziente di utilizzare il braccialetto che possiede e rende più veloce l’inquadramento da parte del medico e, con Dormi, del farmacista”.

Da oggi, infatti, anche le farmacie potranno effettuare uno screening actigrafico del sonno con “Dormi”, il nuovo prodotto ideato da SleepActa per chi soffre di insonnia, ma preferisce andare in farmacia piuttosto che in ospedale.

“Basta indossare Dormi per una settimana e ritirare il risultato del monitoraggio in farmacia – spiega il prof. Faraguna – Dopo aver eseguito il monitoraggio con Dormi sarà il farmacista a suggerire se e come dare seguito all’esame. Stiamo preparando una rete capillare di farmacie con l’obiettivo di essere presenti in tutto il territorio nazionale e a breve in terra straniera. Al momento il nuovo prodotto Dormi è in vendita in esclusiva a Pisa nella Farmacia Raimo, ma stiamo registrando ovunque un grande interesse. Nelle farmacie convenzionate sarà disponibile una lista di specialisti accreditati, che consentiranno di accedere a un percorso diagnostico e terapeutico grazie al coinvolgimento di una rete di medici del sonno esperti nel trattamento dell’insonnia e altri disturbi del sonno”.

La soluzione semplice, non invasiva e veloce di SleepActa è fondamentale per poter inquadrare correttamente i disturbi del sonno sempre più diffusi tra la popolazione. In Italia 8 milioni di persone soffrono di insonnia e il 93% non si è mai rivolto a un medico. Eppure gli italiani spendono ogni anno mezzo miliardo di euro per l’acquisto di sonniferi. Nel 66% dei casi l’insonnia si protrae per oltre un anno e il 70% delle persone assume sonniferi senza controllo medico da almeno 2 anni. Il 67% delle persone che soffrono di insonnia ha una bassa qualità della vita e i colpi di sonno alla guida causano mille morti e 120 mila feriti l’anno.

SleepActa Srl, spin-off dell’Università di Pisa, nasce nel gennaio 2017 con sede legale a Milano e base operativa a Pisa. E’ tra le aziende del Polo Tecnologico di Navacchio.

L’amministratore unico Ugo Faraguna, 38 anni, è nato a Trieste e si è laureato in medicina alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Ha lavorato per sette anni negli Stati Uniti al dipartimento di Psichiatria dell’Università del Wisconsin. Dal 2017 è Professore Associato in Fisiologia all’Università di Pisa. Le sue ricerche riguardano i meccanismi di base della regolazione del ciclo sonno-veglia.