Gullotta (FNPI): «Sulle parafarmacie no a ipotesi autodistruttive»

0
502
ATT. PEREGO E CATTANEO - OSPEDALE NIGUARDA REPARTO DI CARDIOCHIRURGIA MEDICI PAZIENTI INFERMIERI RIANIMAZIONE SANITA' - Fotografo: FOTOGRAMMA DEL PUPPO
Parafarmacie, no a ipotesi demagogiche e autodistruttive
Gullotta, sempre più colleghi stanno comprendendo la trappola
Nessun provvedimento di stampo restauratore potrà avere il nostro consenso, né tantomeno alcun provvedimento che illuda a lungo termine, e tolga diritti a breve termine.
Fortunatamente sempre più colleghi stanno comprendendo la trappola. Lo dichiara il presidente della Federazione nazionale Parafarmacie italiane, Davide Gullotta in merito al dibattito sul futuro delle Parafarmacie.
“Fare leva sulle difficoltà di alcuni colleghi e su promesse demagogiche per creare illusioni fumose e remote, e avallare così invece l’immediata cancellazione di diritti acquisiti, in pieno stile restauratore, è un’operazione scaltra e cinica, in cui dispiace sospettare che esistano dei manovrati e dei manovratori”, precisa Gullotta. “Le difficoltà ci sono, ma non per questo va distrutta un’esperienza che vanta oltre 5mila attivita’ sul territorio e circa 10mila posti di lavoro, anzi si dovrebbe guardare alla parafarmacia come una realtà produttiva da potenziare e difendere: confidiamo dunque che la politica sarà al più presto nelle condizioni di seguire la strada del buon senso, verso una vera liberalizzazione del settore, di stampo professionale e modernizzatore. I Farmacisti delle Parafarmacie”, conclude Gullotta, ” rifiutano in toto ogni ipotesi demagogica e autodistruttiva”.