Un caso di tubercolosi a Saluzzo

0
157
Print Friendly, PDF & Email

La scorsa settimana è stato segnalato all’Asl CN1 dall’ospedale Amedeo di Savoia di Torino un caso di tubercolosi polmonare contagiosa in un ragazzo cinese residente a Barge. Il malato frequenta la classe prima del CNOSFAP Acconciatori di Saluzzo, condividendo l’aula laboratorio con le altre due classi del medesimo indirizzo e le aule di studio con tutti i ragazzi dell’Istituto (circa 240), in gran parte nati all’estero.

Martedi 7 novembre la pneumologa dell’Igiene pubblica Emanuela Murialdo incontrerà i genitori di tutti gli alunni in una riunione informativa presso l’Oratorio Don Bosco di Saluzzo al fine di dare le informazioni necessarie sulle modalità di controllo dell’infezione e della sua diffusione.

Spiega Domenico Montù, direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Asl CN1: “A fine settimana inizieranno i controlli, con test tubercolini intradermici o su sangue, nei compagni di scuola del ragazzo, identificati come i soggetti più a rischio per tempi e luoghi di esposizione. In base agli esiti dei test in questo primo cerchio di contatti si valuterà se estendere il controllo anche agli altri studenti dell’Istituto. In base a precedenti esperienze del nostro Servizio l’ipotesi di questo secondo intervento è comunque molto probabile. Questi interventi sono efficaci per controllare la diffusione della malattia e la sua replicazione in altri soggetti”.