AGOSTO MOLTO “OPEN” PER LE FARMACIE VERONESI

0
404
Print Friendly, PDF & Email

Agosto 2017 all’insegna delle aperture per le 240 farmacie veronesi che hanno offerto alla popolazione in totale circa 7.500 giorni di servizio. Le chiusure per ferie hanno raggiunto appena il 6% sul totale, ma questo dato risulta solo sulla carta perché nella realtà dei fatti le farmacie del lago di Garda, ma anche di altre località turistiche e numerose farmacie vicine ai grossi centri, hanno potenziato il loro servizio durante il fine settimana, quindi sabato pomeriggio e domenica, per rispondere in maniera ottimale alle esigenze degli utenti. Come sempre a questa situazione si aggiungono le farmacie in turno di Guardia Farmaceutica notturna, con una media di 14-15 farmacie aperte h24 nella provincia di Verona. La situazione durante i mesi caldi e quindi anche in agosto non ha fatto registrare necessità particolari che abbiano incrementato il ricorso al servizio “Farmaco pronto” per la consegna a domicilio dei farmaci urgenti attivato telefonando allo 045 509892 e offerto gratuitamente alla popolazione da Federfarma Verona durante l’orario della Guardia medica.

 

 

«Ogni anno la disponibilità al pubblico delle farmacie territoriali veronesi aumenta offrendo ai residenti e ai visitatori un servizio sempre più efficiente – spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. I farmacisti percepiscono l’esigenza di incrementare, quando possibile, le aperture perché sono le esigenze della popolazione stessa a richiederlo.

La funzione sanitaria e sociale della farmacia aumenta ancora di più in estate. In città perché a seguito dello spopolamento per le ferie risulta essere un presidio sempre aperto con molti servizi, tra cui i Bollettini del caldo a cura della Protezione Civile, utili a tutti, ma in particolar modo alle fasce di popolazione più deboli, come anziani e malati. Nelle zone a vocazione turistica, quindi ancora la città, cui si aggiungono soprattutto lago e montagna, la farmacia è quanto mai indispensabile perché l’aumento della densità abitativa rende necessaria l’intensificazione sul territorio di figure sanitarie come il farmacista».

 

Anche il mese di settembre si annuncia come “straordinario” e non solo per le temperature. Per le molte manifestazioni in calendario sono previsti a Verona oltre un milione di turisti. Proprio per questo le farmacie veronesi, in modo particolare quelle della città, implementeranno il loro orario di servizio garantendo un’adeguata copertura in modo particolare durante i fine settimana.