Prevenzione vaccinale: nuove indicazioni-

0
194
Person receiving a vaccine
Print Friendly, PDF & Email

CIRCOLARE FEDERFARMA

ulla G.U. n. 182 del 5/8/2017 è stata pubblicata la legge 31 luglio 2017, n. 119  “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge  7  giugno 2017, n. 73, recante disposizioni urgenti in materia  di  prevenzione vaccinale.”

Si ricordano di seguito i principali contenuti:

– per i minori di anni 16 sono

– obbligatorie e gratuite le vaccinazioni: antipoliomelitica; anti-difterica; anti-tetanica; anti-epatite B; anti-pertosse; anti Haemophilusinfluenzae tipo B; anti-morbillo; anti-rosolia; anti-parotite; anti-varicella;

– non obbligatorie, ma gratuite le vaccinazioni anti-meningococcica B; anti-meningococcica C; anti-pneumococcica; anti-rotavirus;

– le vaccinazioni obbligatorie divengono un requisito per l’ammissione all’asilo nido e alle scuole dell’infanzia;

– la violazione dell’obbligo vaccinale comporta l’applicazione di significative sanzioni pecuniarie a carico dei genitori e dei tutori.

Particolare rilievo per la categoria rivestono due norme concernenti

– la possibilità di prenotare i vaccini in farmacia tramite il collegamento con i CUP attivi sul territorio,

– le iniziative di comunicazione del Ministero della salute che potranno essere svolte con la collaborazione dei medici, dei pediatri e delle farmacie.

 

 

A tale proposito, il Ministero della Salute ha reso disponibile un apposito documento che illustra le novità (in circ. Federfarma n. 247 del 9/6/2017) e che potrà agevolare le farmacie nel fornire risposte e chiarimenti alle domande degli assistiti.

Infine, non essendo stati accolti gli emendamenti volti a consentire l’effettuazione delle vaccinazioni in farmacia da parte di medici, sono stati approvati, su richiesta dei senatori Mandelli e D’Ambrosio Lettieri, ordini del giorno che, alla luce delle difficoltà logistiche conseguenti ai nuovi obblighi vaccinali, impegnano il Governo “a valutare l’opportunità di prevedere che i medici siano autorizzati dalle ASL di competenza a somministrare i vaccini di cui al presente decreto presso le farmacie aperte al pubblico in spazi idonei sotto il profilo igienico-sanitario.”

Con l’occasione, nel ricordare che nei prossimi giorni tutte le farmacie riceveranno una busta contenente una lettera del Presidente Marco Cossolo e l’invito alla collaborazione rivolto dal Ministro alle farmacie e due locandine da affiggere, si rinnova l’invito alle farmacie a volersi attivare per dare forza alla campagna per favorire un’informazione basata su basi scientifiche e combattere pericolosi pregiudizi.