Vaccini: indicazioni ministeriali

0
274
Print Friendly, PDF & Email

CIRCOLARE FEDERFARMA

La recente legge sui vaccini – con l’obbligo di effettuare alcune vaccinazioni e l’impossibilità di ammettere a scuola i non vaccinati,  nasce dalle preoccupazione delle Istituzioni sanitarie per la situazione venutasi a creare in seguito al calo delle vaccinazioni registrato negli ultimi anni.

Il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha fortemente voluto questa legge per riportare le coperture vaccinali a percentuali piu’ sicure per la salute pubblica e assicurare tutela anche a quei soggetti fragili che, impossibilitati per la loro condizione  sanitaria a ricorrere alla vaccinazione, rischiano il contagio, che nel loro caso è particolarmente grave,  per la mancanza della cosiddetta “immunità di gregge”.

Per dare ai cittadini una informazione corretta sui vaccini e sfatare i molti pericolosi pregiudizi che circolano sull’argomento e contribuiscono ad una vera e propria resistenza  sociale contro le vaccinazioni (sono inutili, contengono sostanze tossiche, fanno venire altre malattie ecc.), il Ministro Lorenzin ha chiesto alle farmacie di collaborare ad una importante campagna  di informazione. Le farmacie, infatti – osserva Lorenzin nella nota inviata a Federfarma –  costituiscono  un canale privilegiato per contribuire alla diffusione di corrette informazioni in materia di salute e  il farmacista, grazie al rapporto diretto che ha con il cittadino, può costituire un punto di riferimento per la diffusione dei nuovi obblighi vaccinali.

Nei prossimi giorni, pertanto, tutte le farmacie riceveranno una busta contenente una lettera del presidente Marco Cossolo (All.n1), l’invito alla collaborazione rivolto dal Ministro alle farmacie (All.n.2), e due locandine da affiggere, da utilizzare per richiamare l’attenzione dei cittadini e approfondire l’argomento (All.n.3 e n.4).

Si invitano le farmacie a volersi attivare per dare forza alla campagna partecipando così a una battaglia culturale in favore dell’informazione basata su basi scientifiche e alla lotta contro pericolosi pregiudizi sanitari.

 

allegato