146 voti favorevoli: il DDL CONCORRENZA è LEGGE

1
2696

Dopo ventidue mesi il DDL Concorrenza è diventato legge: la fiducia posta al Senato è passata con 146 voti favorevoli, 113 contrari: nessun astenuto.

Da oggi, dunque, cambia il destino della filiera del farmaco: l’ingresso del capitale è realtà, i farmaci di fascia restano in farmacia, le forme societarie che hanno partecipato al concorso straordinario del 2013 potranno sciogliersi tra tre anni.

Soddisfatto il ministro per lo sviluppo economico, Carlo Calenda, che lo scorso giugno era stato polemico nei confronti della quarta lettura in Senato: «Abbiamo raggiunto un risultato importantissimo. Per l’Italia e per gli italiani».