Lavoro: mobilità in deroga, Grieco, “sbloccare rapidamente gli strumenti attuativi”

0
246
Print Friendly, PDF & Email

“Sbloccare rapidamente tutti gli strumenti attuativi riguardanti i trattamenti di mobilità in deroga nelle imprese operanti nelle aree di crisi industriale complessa e l’utilizzo delle risorse residue riferite ai trattamenti di integrazione salariale per il finanziamento delle misure di politica attiva per i lavoratori che hanno terminato tutte le misure di sostegno al reddito, al fine di consentire l’applicazione delle disposizioni contenute nel D. Lgs. 148/2015. E’ questo l’invito – ha spiegato la coordinatrice della Commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni, Cristina Grieco(Assessore Toscana) – che le Regioni rivolgono al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti.

“Si tratta di atti, attesi da mesi, che rivestono la massima urgenza, soprattutto in considerazione delle aspettative che si sono generate sui territori e sulle quali le amministrazioni regionali sono chiamate a dare risposte concrete ed immediate.

In particolare si fa riferimento allo schema di convenzione tra il Ministero del Lavoro, Regioni ed Anpal unitamente a quello da stipularsi con l’INPS, al fine di poter sbloccare le risorse residue degli ammortizzatori sociali in deroga per le politiche attive.  Infine – ha concluso Grieco –  è necessario avere al più presto la circolare applicativa da parte dell’INPS per la prosecuzione della mobilità in deroga nelle aree di crisi complessa”.