Sede EMA a Milano, l’Italia ci crede. Gentiloni: «Candidati per vincere, non per partecipare»

0
504
Print Friendly, PDF & Email

«Stavolta competeremo per vincere». Quattro parole, una dichiarazione forte, quella di Paolo Gentiloni presidente del Consiglio dei ministri, riguardo l’ipotesi che l’Ema si trasferisca a Milano.

La candidatura della città meneghina per diventare sede dell’agenzia europea del farmaco, è stata praticamente data ieri al pirellone, direttamente dal premier.

Dopo Brexit l’Unione Europea deve spostare la sede dell’Ema da Londra.

E l’Italia ci ha fatto più di un pensiero. Gentiloni ripreso dalle versioni on line dei maggiori quotidiani italiani: «In questa occasione lasceremo da parte lo spirito decoubertiano: non saremo solo partecipanti».

Difficile ricordare una presa di posizione così decisa del governo italiano almeno negli ultimi cinque anni.

Che sia la volta buona?