La neo borocillina raffreddore e febbre si dispenserà con ricetta. Fofi risponde a FNPI

0
1279
Print Friendly, PDF & Email

Cambio di classe per la Neo borocillina raffreddore e febbre che, da farmaco per automedicazione, diventa medicinale dispensabile solo con ricetta.

La decisione di Aifa (riportata in Gazzetta Ufficiale), e le reazioni della Fofi.

Questo il commento di Andrea Mandelli, nel quale risponde al presidente FNPI, Davide Giuseppe Gullotta

«L’Agenzia italiana del farmaco è l’autorità di riferimento sulla classificazione dei medicinali, nella quale riponiamo la massima fiducia da sempre. Che un medicinale possa passare da farmaco di automedicazione a farmaco soggetto a prescrizione è un fatto che avviene quando se ne presenta la necessità, così come il percorso inverso –  dice il presidente della FOFI, Senatore Andrea Mandelli -. Sembra difficile attribuire a queste decisioni motivazioni diverse da quelle dettate dalle evidenze epidemiologiche e dal dovere di tutelare la salute. Rimane dunque poco comprensibile il comunicato del Presidente della Federazione Nazionale Parafarmacie italiane, Davide Gullotta, che chiama anche in causa la Federazione a proposito di un ipotetico mancato controllo sulle dispensazioni abusive».

E chiude: «Giova ricordare che la Federazione è intervenuta a più riprese sugli iscritti e sugli Ordini provinciali richiamando la necessità della più scrupolosa osservanza delle regole sulla dispensazione. Gli Ordini provinciali sono sempre intervenuti in sede disciplinare su tutti i comportamenti illeciti che siano stati oggetto di specifiche segnalazioni e non di denunce generiche».