Tossicologia chimica ambientale: c’è il corso di Laurea all’Università di Napoli – (Dichiarazioni del Professor Ettore Novellino)

0
501
Print Friendly, PDF & Email

Tossicologia chimica ambientale: nasce un nuovo corso di laurea magistrale al dipartimento di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli.

L’artefice del nuovo corso è il professore Ettore Novellino, direttore del dipartimento e presidente della Conferenza nazionale dei direttori di dipartimento di farmacia: «Sarà importante – ha spiegato – al fine di creare uno sblocco occupazionale nuovo per i laureati in farmacia. L’obiettivo è creare nuovi spazi professionali attraverso una nuova concezione di offerta formativa. Una nuova mission per la professione, che si colloca in una nuova connotazione».

Nelle altre regioni d’Italia e in altri atenei, il corso di laurea in chimica ambientale è legato alla facoltà di scienze: «La novità – spiega Novellino – è stato, appunto, inserirlo nella facoltà di farmacia perché siamo convinti che il ruolo del farmacista debba allargarsi. Oggi il professionista ha tutte le carte in regola per caricarsi la gestione terapeutica del paziente, così come tutte le competenze per allungare la vita alla popolazione, interessarsi della salubrità dell’ambiente sarà un ulteriore step che completerà la preparazione».

Proprio in Campania, dove il tema ambientale è sempre di stretta attualità, soprattutto per i fatti di cronaca legati alle associazioni malavitose: «E’ anche per questo che gli ordini professionale dei farmacisti, dei chimici, dei biologi, dei geologi e dei medici veterinari hanno salutato positivamente l’istituzione del nuovo corso magistrale insieme ai tanti enti pubblici come la Provincia di Napoli, l’Arpac, la Stazione sperimentale per l’industria delle pelli e delle materie concianti e il ministero della Salute, il ministero delle Risorse agricole e il ministero dell’ambiente».

Così chiude: «Questa iniziativa cammina in parallelo con un’altra posta in essere tre anni fa: il corso di studio in scienze nutraceutiche, unico in Italia di cui a fine mese avremo i primi laureati».