COLPO ALLE PARAFARMACIE – Ritiro referti medici, Garante Privacy: «Solo in farmacie e ospedali» – Cossolo (FEDERFARMA): «Farmacie e parafarmacie non sono la stessa cosa»

0
554
Print Friendly, PDF & Email

I risultati degli esami diagnostici possono essere ritirati nelle strutture sanitarie dove sono stati effettuati oppure nelle farmacie convenzionate: non in altri esercizi.

Questo è quanto ha dichiarato Antonello Soro, garante della privacy all’interno della relazione annuale sull’attività dell’autorità nel 2016 che è stata presentata pochi giorni fa al cospetto, tra gli altri, del presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini.

Un intervento ha suscitato particolare intersse, quello di una provincia settentrionale in cui era stato avviato un servizio di raccolta e consegna referti in erboristerie e parafarmacie. L’autorità è intervenuta nei confronti dei titolari del trattamento dei dati personali al fine di ripreistinare quanto stabili dal d.m. 08/07/2011: «I referti relativi a prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale possono essere consegnati, oltre che dalla struttura sanitaria che li ha redatti, solo dalle farmacie pubbliche e private operanti in convenzione con il Servizio sanitario nazionale».

Breve la dichiarazione del neo presidente FEDERFARMA, Marco Cossolo: «Ne prendo atto e continuo nel dire che farmacie e parafarmacie non sono la stessa cosa».