Print Friendly

A Padova la giornata mondiale contro l’ipertensione arteriosa

 

Nella giornata di mercoledì 17 maggio gli specialisti della Casa di Cura Villa Maria effettueranno screening gratuiti per la prevenzione e la cura di un fattore di rischio che in Italia è alla base di 280 mila morti

 

 

L’ipertensione arteriosa è il principale fattore di rischio per l’insorgenza di malattie cardiovascolari come ictus, infarto, insufficienza renale e altre malattie. L’ipertensione, che consiste in un innalzamento dei livelli della pressione arteriosa del sangue, è conseguenza di cause non sempre note e per questo è fondamentale tenere costantemente monitorata la pressione.

L’ipertensione arteriosa, che attraverso le sue complicanze è ancora oggi la principale causa di morte al mondo, è un problema che colpisce in Italia in media il 33% degli uomini e il 31% delle donne. Il 19% degli uomini e il 14% delle donne sono in una condizione di rischio. I dati, pubblicati dalla Società italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA), confermano lo stesso trend in Veneto: Ipertesi: 33% degli uomini – 28% delle donne; Condizione di rischio: 23% degli uomini – 15% delle donne.

 

I numeri della patologia (dati Istat 2010) fotografano in generale una situazione a tinte fosche: oltre 15 milioni di ipertesi in Italia e solo 1 persona su 4 ha la pressione ben curata. In Italia ogni anno muoiono per malattie cardiovascolari dovute alla pressione alta ben 280.000 persone.

Esistono due forme di ipertensione arteriosa: la prima, detta essenziale (o primaria), colpisce circa il 90% degli ipertesi, ed è una condizione molto comune e le cause sono multifattoriali (compreso il consumo quotidiano di sale) e deve essere trattata cronicamente con terapia farmacologica approriata.

L’ipertensione secondaria, che si manifesta in molti meno pazienti è causata da anomalie specifiche che riguardano alcuni organi (ad esempio surrene e rene) e se diagnosticata in tempo può essere guarita.

 

In occasione della XIII giornata mondiale contro l’ipertensione arteriosa, la Casa di cura Villa Maria di Padova metterà le sue equipe specialistiche a disposizione dei pazienti, sia uomini sia donne, ed effettuerà screening gratuiti per la prevenzione del rischio cardiovascolare. L’attività preventiva prevede sia una visita specialistica sia l’eventuale diagnostica per immagini (ecocardio, ecografia, ecocolor doppler).

“Da diversi anni siamo impegnati nella sensibilizzazione dei pazienti rispetto all’importanze delle attività di prevenzione, che crediamo fondamentale per salvaguardare il proprio stato di salute e la propria condizione familiare di vita. – spiega l’amministratore delegato, Vincenzo Papes – In quest’ottica, la Casa di cura convenzionata Villa Maria investe notevoli risorse sia per apparecchiature sanitarie all’avanguardia sia nella formazione del personale, per poter dare alle pazienti un servizio diagnostico e cure di alto profilo”.

 

I pazienti potranno prenotare gli screening a titolo gratuito telefonicamente allo 049 8711144,  fino ad esaurimento posti. Per richiedere ulteriori informazioni è possibile scrivere a [email protected].