Print Friendly

Dare voce alle esigenze dei pazienti con patologie reumatiche e rare. Questo l’obiettivo di APMAR presente all’evento organizzato dalla Fondazione Giannino Bassetti a Milano, “Industrial Dialogue sulla stampa 3D in biomedicina”,  un’iniziativa promossa nell’ambito del progetto europeo SMART-map (2016-18) che punta a far dialogare medici, pazienti, operatori sanitari e industrie per utilizzare al meglio tecnologie biomediche di frontiera, tra cui il 3D printing.

 

La stampa 3D è una tecnologia in continua espansione, e negli ultimi anni il settore biomedico ha iniziato a sfruttarne le enormi possibilità. Costruire protesi su misura per personalizzare interventi, riparare articolazioni danneggiate utilizzando specifiche tecnologie rigenerative. O ancora, ‘stampare’ un tessuto di cellule per rigenerare i tessuti, cartilagini e ossa in pazienti che hanno subito lesioni. Sono solo alcune delle potenzialità della stampa 3D applicata alla biomedicina, che in futuro potrebbe essere la chiave per mettere a punto terapie personalizzate sempre più efficaci.

 

Ma questo traguardo potrà essere raggiunto solamente ascoltando le reali esigenze dei pazienti: il progetto SMART-map parte da questa convinzione, e il suo obiettivo è far collaborare i vari attori coinvolti in modo che progettino insieme un utilizzo responsabile della stampa 3D in ambito medico.

 

“Questa tipologia di evento è un’opportunità importante per mettere in contatto tutti gli stakeholder e aprire un dialogo efficacie – commenta Antonella Celano, Presidente APMAR-. L’utilizzo della stampa 3D applicato alle malattie rare, in particolare, può essere una soluzione importante per poter trovare delle soluzioni reali nella cura di patologie spesso trascurate.”

 

Nell’incontro, si è parlato anche del ruolo della Ricerca e dell’Innovazione Responsabile: ”inserire la voce dei pazienti all’interno di questo dialogo – conclude Celano – è fondamentale per indirizzare l’innovazione verso un utilizzo che risponda alle esigienze reali  e che sia significativo per la società.”

 

 

***

 

APMAR Onlus, Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare, è nata a tutela delle persone con malattie reumatologiche e rare. La sua mission è migliorare la qualità dell’assistenza per migliorare la qualità della vita di chi è affetto da queste patologie. L’obiettivo primario di APMAR è adoperarsi affinché tali patologie trovino la giusta dignità ed attenzione presso l’opinione pubblica e la classe politica. APMAR ad oggi è presente in Abruzzo, Calabria, Lazio, Puglia e Piemonte.

 

 

 

 

 

Che cos’è SMART-map

SMART-map è un progetto finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020. È stato avviato a maggio 2016 e si concluderà a ottobre 2018. SMART-map si sviluppa attorno al concetto promosso dalla Commissione Europea di Responsible Research and Innovation (RRI), “Ricerca e innovazione responsabile”, che punta a coinvolgere la società nell’attività scientifica e garantire quindi che i risultati della ricerca siano in linea con i suoi valori, bisogni e aspettative. Attraverso una serie di eventi partecipativi, il progetto applica i principi dell’RRI a tre settori di frontiera nella ricerca in ambito biomedico: la biologia sintetica, la medicina di precisione e la stampa 3D in biomedicina.