Furti in ospedale: arresti dei NAS

0
177
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri del NAS di Torino, nell’ambito di attività di indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica, hanno eseguito delle perquisizioni (2 domiciliari e 1 presso alcuni vani nelle pertinenze dell’ospedale “Regina Margherita”), finalizzate alla ricerca di ulteriori riscontri circa quanto emerso in sede di attività di video sorveglianza disposta presso i locali portineria dell’ospedale cittadino, dalla quale emergevano comportamenti censurabili in relazione alla tipologia del servizio prestato da 2 operatori di portineria. Infatti, oltre all’uso in talune circostanze di stupefacenti del tipo “marjuana” durante il turno di servizio, uno dei due operatori veniva ripreso dalle telecamere mentre era intento a portare via:

  1. grosse buste per la spesa contenenti oggetti, giochi elettronici per bambini, peluche, provenienti dalla “Bibliomouse”, biblioteca allestita dal 2001 all’interno dell’Ospedale Infantile “Regina Margherita”, che offre ampi servizi, anche di sala gioco, a favore dei bambini ricoverati;
  2. tre televisori, bottigliette di acqua minerale, uno sgabello, provenienti dall’interno del Nosocomio stesso coadiuvato, nella circostanza, dall’altro collega in turno.

Le perquisizioni eseguite presso le abitazioni dei due dipendenti ospedalieri hanno quindi consentito sia il recupero di quanto sopra indicato, che il contestuale rinvenimento di coperte, lenzuola e ulteriori giocattoli sempre di provenienza nosocomiale. In relazione a tali furti sono state peraltro acquisite le prime ammissioni di responsabilità dei soggetti indagati.