Print Friendly
Sarà un 14 marzo speciale per AVIS nell’ambito delle iniziative per i 90 anni dalla fondazione.
Nel pomeriggio una delegazione guidata dal presidente nazionale, Vincenzo Saturni, incontrerà infatti al Quirinale il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Inoltre, il Presidente del Senato, Pietro Grasso, aprirà la conferenza di presentazione della ricerca “AVIS: Novant’anni di impegno di nella medicina e nella società”, che si terrà martedì 14 marzo dalle ore 10:30 nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani (Senato della Repubblica, via della Dogana Vecchia, 29 a Roma).

Il volume contiene interessanti dati, mai pubblicati prima d’ora, sulla crescita della più grande Associazione italiana di donatori volontari di sangue, dalla sua fondazione a oggi.
«Dal 1927, anno in cui il dott. Vittorio Formentano diede vita alla nostra Associazione con un nucleo iniziale di soli 17 volontari, la nostra storia si è intrecciata con importanti cambiamenti della medicina e della società, portandoci a superare la soglia di ben 1.300.000 soci. Un grande traguardo che rappresenta anche un momento di riflessione per comprendere quanto gli avvenimenti esterni abbiano influito sulla nostra attività e quanto AVIS stessa abbia inciso sui mutamenti e sugli sviluppi sociali e sanitari. A condurre questa accurata analisi sono stati coinvolti due prestigiosi atenei: l’Università dell’Insubria per la parte medica e l’Università di Palermo per la parte sociologica».

Oltre al Presidente Grasso, durante la conferenza interverranno:

EMILIA GRAZIA DE BIASI – Presidente Commissione Igiene e Sanità Senato
VINCENZO SATURNI – Presidente AVIS Nazionale
PIERLUIGI BERTI – Presidente SIMTI (Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia)
GIUSEPPE ARMOCIDA e BARBARA PEZZONI- Università dell’Insubria
FABIO MASSIMO LO VERDE e MARIANNA SIINO- Università di Palermo
Modera: LUCA MATTIUCCI – Corriere della Sera

L’evento sarà anche l’occasione per presentare ufficialmente la nuova versione del sito www.avis.it e la nuovissima campagna di comunicazione nazionale di AVIS dal titolo #dialettisolidali, che comprende scatti fotografici e spot realizzati con il diretto coinvolgimento non solo dei volontari, ma anche di persone che hanno ricevuto trasfusioni di sangue.