FARMACIA, ecco come deve essere il tuo SITO WEB

0
189
Print Friendly, PDF & Email

I siti internet oggi: come devono essere? Intervista a Maurizio Bellante

 

Seguendo il filo rosso delle precedenti chiacchierate con il dottor Bellante, e partendo dal fatto che nell’attuale mondo virtuale non è importante la sola presenza in rete con il proprio sito internet, oggi approfondiremo un tema importante: come deve essere “costruito” un sito web. Lo faremo soffermandoci insieme al nostro esperto sulla differenza e sull’utilità dei siti vetrina, dei blog e degli e-commerce.

 

Dottor Bellante, lei ci ha spiegato più e più volte che oggi internet non è solo una semplice vetrina che permette alle aziende di estendere i propri contatti. Oggi, infatti, internet non è lo stesso mezzo di 10-15 anni fa. Questo ci fa presumere che un sito internet non deve essere solamente una vetrina, è corretto?

Giustissimo, oggi un sito internet deve soddisfare diverse esigenze; quindi deve sempre fornire contenuti immediati e aggiornati. Mi spiego meglio: un buon sito internet non deve occuparsi di spiegare l’attività di cui si occupa; deve invece parlare di quanto questa attività, tramite i suoi servizi e suoi prodotti, può essere d’aiuto all’utente. Proprio per questo, quando un cliente mi fa richiesta di una strategia di marketing io non sempre gli propongo come mezzo il sito internet.

 

Quando non propone il sito internet che cosa propone?

I mezzi a nostra disposizione sono  diversi: si va dai social network alle app, da queste alle campagne di generazione clienti. Ognuno di questi mezzi è una valida risposta al sito internet.

 

Ad ogni modo non possiamo trascurare il fatto che esistono clienti che necessitano proprio di un sito internet. In questo caso quali caratteristiche deve avere un sito per essere veramente efficace?

Prima di tutto è importante capire qual è la tipologia di sito di cui ha bisogno il cliente. I siti vetrina, per esempio, hanno caratteristiche differenti dai  blog e dagli e-commerce. A seconda del sito di cui si abbisogna è dunque necessario realizzare una strategia dedicata.

Ci può spiegare meglio queste differenze? Partiamo dal blog.

Un blog è una sorta di diario dove si condividono le proprie esperienze e dove si mettono a disposizione del web le proprie conoscenze. Un blog crea un rapporto diretto con l’utente, ma non dà risultati economici e non dà risultati immediati in termini di visibilità.

Per volare alto il blog deve assere riempito ogni giorno di contenuti di qualità che dovranno essere condivisi sui vari social e spingeranno proprietario e utente a intavolare discussioni su un dato argomento. Sicuramente il blog non è il mezzo adatto per fare marketing, ma è uno strumento efficace per farsi conoscere.

 

E l’e-commerce? Quali caratteristiche deve avere?

L’e-commerce è un luogo di vendita. Tra tutti quelli presenti in reta, il player oggi più importante è senz’altro Amazon, una vera e propria realtà ormai consolidata. Anche il settore della farmacia ha i suoi “giganti”… Lo preciso perché, prima di lanciarsi in quest’avventura, chiunque deve fermarsi a pensare:

  1. A) che l’e-commerce richiede investimenti
  2. B) che l’e-commerce necessita di una strategia valida

In sintesi, quindi, l’e-commerce richiede uno sforzo enorme.

Ritornando al campo delle farmacie vi posso dire che anche in questo settore non mancano e-commerce; ciò che invece manca è un sistema in grado di agevolare gli acquisti d’impulso, cioè tutti quegli acquisti che i clienti hanno bisogno di eseguire in tempo reale, magari perché motivati anche da altri sistemi di marketing, come le newsletter, le campagne sms etc etc. Detto in parole povere:   non vi sto consigliando di mettere in piedi un e-commerce tradizionale, vi sto suggerendo di fare una selezione dei migliori prodotti del momento, quindi di metterli in acquisto per un breve periodo attraverso il canale web. Questo è un esempio di strategia differente.

Ma se invece il cliente vuole realizzare proprio un e-commerce?

In questo caso bisogna mettere in conto un grande sforzo, ovviamente accompagnato da piccole grandi accortezze da inserire nel proprio negozio online. Tra queste l’attivazione di una chat o di buon un servizio clienti. L’utente deve infatti avere la possibilità di risolvere subito i suoi dubbi e deve ricevere con immediatezza il supporto richiesto. Ma non è tutto. Più che essenziale in un buon e-commerce è rendere chiare le proprie condizioni di pagamento e di spedizione. Per farlo sarà importante trovare un corriere affidabile e rendere chiaro in quanto tempo gli utenti riceveranno la merce. Quindi, inizialmente sarà necessario mettere in vendita la merce già presente all’interno del magazzino. Ricordate che è importante non fare aspettare le persone! C’è però ancora un altro elemento essenziale da inserire nel proprio e-commerce: le recensioni. È fondamentale che le persone parlino della vostra attività e del servizio da voi offerto. Questo perché molto probabilmente i vostri prodotti si possono acquistare anche altrove. In virtù di ciò, dunque, testimonianze e recensioni sono essenziali per distinguersi. Ad ogni modo, affinché il sito sia davvero efficace è importante affidarsi a un’agenzia marketing che dovrà verificare la frequenza di rimbalzo del sito stesso. Capire cosa fa il cliente è il primo passo per migliorarsi.

 

Manca ancora un sito all’appello: il sito vetrina. Quali sono i suoi consigli in merito?

 

Un sito vetrina non è altro che la trasposizione sul web di ciò che è la propria attività. Un buon sito vetrina non dovrà essere mai autoreferenziale, dovrà invece presentare delle pagine interne che raccontano i propri servizi, dovrà avere un servizio di prenotazione ed essere aggiornato con costanza non solo sulle offerte a disposizione. Il sito dovrà essere aggiornato anche con articoli e contenuti interessanti riguardanti il mondo del benessere e della salute. Inoltre, tutto ciò che verrà pubblicato all’interno del sito dovrà essere pubblicato anche sui social. In questo modo si avrà una comunicazione multidirezionale, assolutamente vitale affinché il sito abbia successo.

 

Ancora una domanda: è necessario che questi siti siano ottimizzati per i dispositivi mobile?

Assolutamente sì. Il discorso è valido sia dal punto grafico che dal punto di vista dei contenuti. I contenuti per il mobile devono essere smart, immediati; le operazioni che si devono eseguire devono essere sempre semplici e veloci. Poniamo il caso di un ordine: questo deve poter essere sempre eseguibile in pochi clic. In altre parole, tutte le informazioni riguardanti il sito devono poter essere semplici e veloci da tutti i dispositivi. Ogni sito ha dunque l’obbligo di adattarsi a una navigazione differente. Non a caso io insisto sempre sulla necessità di farsi realizzare una versione del sito che soddisfi in pieno questo tipo di navigazione.

 

sito web, internet, marketing, blog, farmacisti, farmacia