CATANZARO, ALLERTA RAPINE IN FARMACIA. FEDERFARMA INCONTRA I VERTICI DELLE FORZE DELL’ORDINE.

0
108
Print Friendly, PDF & Email

Il  Prefetto di Catanzaro –dott.ssa Luisa Latella- ha convocato per oggi 31 gennaio una riunione tecnica di coordinamento, a cui hanno partecipato il Questore di Catanzaro  -dott.ssa Amalia Di Ruocco-, ed i rappresentanti del comando provinciale dei carabinieri  e della guardia di finanza, oltre ad una delegazione di Federfarma Catanzaro guidata dal presidente dott. Vincenzo Defilippo. Nel corso dell’incontro sono state concordate le prime misure di assistenza delle forze di polizia nell’attività di formazione di difesa dei titolari di farmacia .

“L’aumento di episodi di rapina nella provincia di Catanzaro è significativo e rispecchia l’andamento generale di questo tipo di atti delinquenziali degli ultimi periodi. È per questo che abbiamo chiesto un’attenzione importante per le farmacie sul territorio che si trovano a fronteggiare una situazione allarmante” sottolinea Defilippo.

Dal presidente di Federfarma arriva anche un monito ai titolari perché organizzino tutte le contromisure possibili. La prima necessità è la videosorveglianza in collegamento con le Forze dell’Ordine-spiega Defilippo. Un sistema efficace. Poi potrebbe essere necessario disporre di casseforti e lasciare il più possibile le vetrine libere. Infine, conclude “è necessaria una azione di prevenzione e di collaborazione con Polizia e Carabinieri ai quali vanno segnalate tutte le situazioni sospette. Con la prefettura dobbiamo ancora mettere a fuoco alcuni punti, quindi potremmo dare il via al piano sicurezza”.

Vincenzo Defilippo ha poi annunciato di aver presentato al Prefetto una bozza di protocollo d’intesa atta a contrastare il fenomeno delle rapine in farmacia. Nell’incontro di oggi, i rappresentati di Federfarma hanno ricevuto piena disponibilità da parte delle forze dell’ordine.

Il protocollo che riguarda le 137 farmacie della provincia di Catanzaro, è frutto di un protocollo d’intesa tra Federfarma Nazionale e Ministero dell’Interno.