Parte “FARMACIA VIRTUALE”, all’Università di Chieti gli studenti si preparano alla PROFESSIONE (Tutte le interviste in ESCLUSIVA)

0
1557

“Farmacia virtuale”: è questo il nome dell’iniziativa del Dipartimento di Farmacia, che prevede i due Corsi di Laurea Magistrale in Farmacia e Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (CTF) presso l’università Gabriele D’Annunzio di Chieti.

Si parte il venti ottobre prossimo.

Idea prima in Italia, così il professor Michele Vacca, Direttore del Dipartimento di Farmacia: «Penso si tratti di una idea innovativa e fondamentale soprattutto per gli studenti che riusciranno a svolgere, già all’Università, il lavoro che si sono scelti per la vita».

Ecco cos’è il progetto Farmacia virtuale.

Nella sostanza è stato ricreato un vero e proprio ambiente di apoteka, con mobilia, cassa, bancone e tutto quanto il necessario, compreso un gestionale, dato da una società che si occupa di forniture software. Gli studenti saranno, a turno, farmacisti e clienti/pazienti di una farmacia reale a tutti gli effetti, virtuale solo per la dispensazione dei farmaci.

Il dottor Angelo Labrozzi, titolare della Farmacia Di Nardo, ha donato parte delle antiche mobilie della sua Farmacia: «Credo si tratti di un progetto interessante. Ho fatto ciò che mi sono sentito di fare in memoria di mia madre (la dottoressa Maria Adda Di Nardo) che è stata la mia maestra. Spero di poter diventare anche io un maestro per gli studenti che vorranno partecipare al corso e al progetto».

In maniera ciclica, nella “Farmacia Virtuale” ci saranno degli ospiti: rappresentanti dell’Ordine provinciale, regionale e nazionale, figure di Federfarma e di tutte le associazioni che gravitano attorno alla filiera del farmaco.

Il progetto è riservato a tutti gli studenti iscritti all’ultimo anno dei due corsi di studio.

Il docente di legislazione farmaceutica, il professore Antonio Di Stefano, è uno degli ideatori della novità. «Lo scopo – ha spiegato – è quello di creare una massima interazione tra gli studenti e la loro futura professione, creare un unicum tra accademia e mondo del lavoro. Partiremo il venti ottobre e l’auspicio è quello di mantenere vivo il progetto negli anni».

Agli studenti che parteciperanno a “Farmacia Virtuale” saranno assegnati “tre crediti formativi”.

In ultimo, abbiamo parlato con una delle dottoresse che si troverà ad affiancare gli studenti nel loro percorso, Katia Lalli: «Il mio compito sarà quello di formarli e di far scoprire loro quanto sia meravigliosa la professione che hanno scelto di fare iscrivendosi al Corso di Studio in Farmacia o CTF. Sono convinta che sarà una bellissima avventura».

Appuntamento al prossimo venti ottobre.