Print Friendly

Una fidelity card, una carta per la posologia dei farmaci, un nuovo sistema di etichettatura di preparati e chioschi self service. Queste le soluzioni prospettate dal Territory manager per l’Italia di Zebra Technologies, per venire incontro alle sempre più ampie esigenze dei farmacisti.

Il futuro delle farmacie, in breve tempo, sarà sempre più quello di presidi del Ssn sul territorio. Di conseguenza aumenterà consistentemente la gamma dei servizi offerti al cittadino: non più solo acquisto di farmaci, ma anche uno spazio dove richiedere risposte di benessere a 360 gradi. Luca Dell’Orto, Territory manager di Zebra Technologies, ci ha parlato di alcune delle innovazioni tecnologiche già pronte per venire incontro alle esigenze dei farmacisti italiani in questo percorso.Quali soluzioni proponete per le farmacie anche in ottica di spazi retail?
Il mondo delle farmacie si sta avvicinando sempre più a diventare anche un spazio retail, un punto vendita dove si possa far richiesta di benessere e salute non solo dal punto di vista dei farmaci in senso stretto, ma tramite un’offerta ben più ampia. Anche in Italia stiamo assistendo a fenomeni di network legato al mondo delle farmacie, questo rende ancor più importante individuare metodi innovativi per orientare e diventare un punto di riferimento per i propri utenti. In tal senso è utile far riferimento a realtà di retail già consolidate. Una soluzione già adottata, ad esempio in Inghilterra, è quella della fidelity card per prodotti come creme per uso estetico.

Avete pensato a soluzioni indirizzate anche a facilitare l’utilizzo di farmaci da parte degli utenti?
Restando in tema di card, una catena di farmacie nel Centro Europa ha iniziato a fornire ai propri utenti delle vere e proprie card riportanti in maniera chiara e semplice la posologia dei farmaci acquistati. In questo caso si tratta di una soluzione che va incontro al cittadino, o nel caso particolare magari per l’anziano che, in maniera chiara, può avere sempre con sé, a portata di mano, delle istruzioni sui tempi e le modalità di assunzione dei propri medicinali.

Quali strumenti possono agevolare altre particolari operazioni che sono competenza dei farmacisti?
Ad esempio vi sono stampanti di etichette utilizzabili per i preparati delle farmacie. In tal modo, grazie ad un piccolo strumento, il farmacista può più agevolmente catalogare il preparato che viene poi fornito all’utente nella maniera più chiara ed univoca possibile.

Quali problematiche riguardanti gli spazi vendita si potrebbero riscontrare?
Non dimentichiamo, nell’ottica di una farmacia che offra sempre più servizi di retail, tutte le problematiche di genere che possono sorgere in questi casi. Ad esempio diventa uno strumento utile al farmacista, quanto al consumatore, una esposizione chiara del prezzo del prodotto in vendita, sia sulla confezione del prodotto stesso, sia sullo spazio espositivo. Una facile e corretta catalogazione ed esposizione dei prezzi di vendita diventa quindi molto rilevante, perché le esperienze consolidate di retail ci insegnano che una corretta informazione riesce a dare un vantaggio sia al consumatore sia a chi commercializza i prodotti.

Quali altri servizi possono essere rivolti agli utenti?
Soluzioni come quelle di chioschi self service per le informazioni stanno prendendo sempre più piede. Zebra Technologies offre in tal senso soluzioni sia integrate in spazi preesistenti, sia producendo una stampante che viene poi integrata in chioschi di terze parti. Qui si possono facilmente ottenere e stampare le informazioni riguardanti le specifiche dei prodotti, ad esempio il loro prezzo, eventuali promozioni o la loro posologia. Senza dimenticare, infine, anche prestazioni più strettamente ambulatoriali come la prenotazione di alcuni servizi.