Epatite C, Aifa e Gilead: accordo lontano per rinegoziazione Sofosbuvir

0
357
Print Friendly, PDF & Email

Con riferimento al contratto stipulato tra l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e Gilead Sciences, scaduto il 18 giugno scorso per le specialità medicinali contro l’Epatite C (Sofosbuvir e Ledipasvir), l’AIFA informa che la negoziazione dei nuovi parametri contrattuali, pur ampiamente avviata nei termini di legge, è molto impegnativa a causa della distanza tra il costo proposto dalla Gilead Sciences e quello ritenuto più conveniente per il Servizio Sanitario Nazionale.

AIFA rammenta che attualmente per raggiungere il limite dei primi 50.000 pazienti previsti dal suddetto accordo mancano ancora circa 9.000 arruolamenti.

In questa fase di rinegoziazione da parte di AIFA, per le Regioni si applica quanto previsto dalla Delibera CIPE del 2001 e, fino alla conclusione del procedimento, resta operativo l’accordo precedente.

fonte: AIFA