Disponibile in Italia DuoResp Spiromax® di Teva per il trattamento dell’asma e della Bpco

0
3180

Nuova opportunità terapeutica per gli italiani che soffrono di asma e di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) presentata ieri sera a Milano.Disponibile, infatti, anche nel nostro Paese DuoResp Spiromax®, un nuovo farmaco associato ad un inalatore multi-dose di polvere secca contenente budesonide e formoterolo fumarato diidrato che riduce i sintomi e diminuisce le riacutizzazioni di asma e Bpco.
DuoResp Spiromax®, prodotto da Teva – azienda farmaceutica impegnata nel fornire farmaci di alta qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione sia di medicinali equivalenti, sia di farmaci a marchio – è un dispositivo inalatore innovativo che riduce considerevolmente il rischio di errori nell’assunzione.
Il dispositivo, in sintesi, è un inalatore multidose di polvere secca con un meccanismo di erogazione intuitivo per il paziente, in grado di fornire a ogni inalazione una quantità costante di farmaco. Autorizzato dalla Commissione Europea nell’aprile 2014, si è aggiudicato a luglio il secondo posto dell’edizione 2015 del Medical Design Excellence Award (MDEA). Un riconoscimento prestigioso, attribuito da una giuria internazionale di medici, ingegneri, infermieri ed altri care-giver, che conferma i vantaggi dell’inalatore nel migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria attraverso una maggiore attenzione nella tecnica di somministrazione del farmaco e nel controllo della malattia.
“In Italia le malattie respiratorie, dopo quelle cardiovascolari e neoplastiche, rappresentano la terza causa di morte e, anche in considerazione dell’invecchiamento della popolazione, la prevalenza di tali patologie è destinata ad aumentare con costi diretti e indiretti davvero elevati” ha sintetizzato il professor Walter Canonica, Clinica di Allergologia e malattie dell’apparato respiratorio dell’Università Genova, nel corso della conferenza stampa milanese. Ha poi specificato: “Sebbene esistano efficaci terapie, le malattie respiratorie sovente non sono trattate in modo adeguato e uno dei principali problemi risiede nella scarsa aderenza alla terapia da parte dei pazienti”.
“La cura delle patologie respiratorie prevede la somministrazione di farmaci tramite erogatore secondo tecniche specifiche” dice il  Dottor Federico Lavorini, Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi Firenze, che, nel corso della conferenza stampa, ha mostrato ai giornalisti presenti il corretto utilizzo dell’inalatore di DuoResp Spiromax®. E aggiunge: “Poiché, fino all’ultima erogazione, questo dispositivo rilascia una costante quantità di farmaco, è un alleato importante per il paziente. Risponde, infatti, attraverso la tecnologia, al bisogno del paziente di poter contare su di un dispositivo intuitivo e, dunque, a ridotto margine di errore”.