Vendita della FARMACIA comunale di Ceriale: cambia la base d’asta ma non ci sono compratori

0
1996
Print Friendly, PDF & Email

La vendita della farmacia comunale di Ceriale, comune di poco più di cinquemila abitanti in provincia di Savona, sembra essere diventata più difficile di quanto l’amministrazione capeggiata dal sindaco Ennio Fazio pensasse.

Il bando per la vendita scadrà il prossimo otto ottobre. Il valore a base d’asta è stato fissato a 1.312.350 euro.

E dal portale di informazione savonanews il consigliere comunale di opposizione Luigi Giordano ha fatto la sua disamina: «Si era partiti da una base che sfiorava i due milioni di euro (per la precisione 1.940.000) e avrebbe avuto un senso qualora l’aggiudicazione fosse stata effettuata al primo giro di gara e a quella cifra. Ma bisogna fare delle precisazioni, in quanto sarebbe stato comunque un errore vendere la farmacia comunale che ha un bilancio che permette di mantenere un circolo di anziani e che i cittadini vogliono, visto le millequattrocento firme raccolte per il suo mantenimento».

E ancora: «L’istruzione di un bando costa alle casse comunali. Facendo un rapido conteggio, ad oggi, il nostro municipio ha sborsato già 40mila euro».

Così prima di chiudere: «Sono dell’avviso che la farmacia andrebbe rilanciata, gli enti comunali di altre realtà le acquistano non le svendono. Era in progetto un tavolo rotondo per discutere una proposta alternativa alla vendita, ma non si è più fatto nulla».