Print Friendly

Un appartamento di Sesto San Giovanni trasformato in un laboratorio per composti farmaceutici. All’ingresso il camice bianco, all’interno un ventilatore, un banco da lavoro e l’attrezzatura che si può trovare in una farmacia.

E invece di medicinali, si confeziona eroina. E ieri mattina è scattato anche l’arresto di Fitim Ramci, cittadino albanese di 23 anni, nell’ambiente della droga milanese conosciuto come “il chimico”. Gli agenti della polizia del commissariato Garibaldi – Venezia hanno trovato a casa sua quasi 17 kg di eroina: 400 mila euro il valore della lavorazione.

Le indagini sono durate tre settimane. Allertati da “una soffiata” i poliziotti hanno cominciato a setacciare la zona dove il “chimico” operava. Abitava in un palazzo di undici piani, la casa – laboratorio è intestata ad un’agenzia immobiliare che non naviga in acque tranquille.

Al fine di arrestarlo, gli agenti si sono travestiti da messi comunali. Lo hanno beccato mentre entrava e stava per indossare il camice bianco.