Integratori: mercato in crescita, farmacie primo canale di vendita

0
758

integratoriLa crisi economica, che ha intaccato le risorse patrimoniali delle farmacie facendo emergere anche un certa difficoltà iniziale di gestione da parte dei titolari nella ricerca di forme compensative al calo di fatturato, ha spinto ovviamente all’analisi dei mercati e dei settori affini emergenti tra i quali negli ultimi anni si è distinto particolarmente quello degli integratori. Non è un mistero come il prodotto rappresenti uno dei fattori di traino capace di portare enormi benefici alle farmacie che, secondo gli ultimi dati FederSalus, rappresentano anche il primo canale distributivo.

Un binomio ad oggi vincente che segna il 72,9% del mercato complessivo degli integratori, seguita anche dal mass market anch’esso in crescita, spingendo in tal modo a forti riflessioni sulle opportunità ancora presenti ed inespresse da tali prodotti che specialmente sul mercato italiano stanno conseguendo ottimi trend. La crescita è infatti giunta ad un valore del +3,6%, in senso generico, che diventa un +6,5% relativamente agli alimentari che nell’ultimo biennio ha registrato ottimi risultati evidenziando un evoluzione che fornisce ottime impressioni e prospettive per il futuro, visto il valore stimato sugli oltre 2 mld di euro. “I prodotti salutistici – ha spiegato Gianluca Fini di Nielsen –  sono la categoria che presenta le migliori performance e trascinano l’intero mercato…Il totale del comparto costituito da integratori alimentari, Otc, Sop e alimenti funzionali sviluppa nell’ultimo anno, a settembre 2014, circa 5,5 miliardi di euro, con un trend in aumento di +2,7%“.

Tali considerazioni ed analisi sono state oggetto d’osservazione in occasione del seminario tenuto proprio da FederSalus in questi giorni a Milano provando ad inquadrare un settore quale quello degli integratori che giova particolarmente alle farmacie. La crescita  si conferma infatti stimolante e ciò consente ai titolari attenti alle dinamiche di mercato di poter reperire un supporto importante per la sostenibilità di una farmacia che deve guardare anche a forme alternative che possano essere integrate, sempre nel rispetto della tutela di salute, alla distribuzione farmacologica.