Pagamenti Pubblica Amministrazione: in arrivo nuovo decreto Sanità

2
507

pagamenti sanitaI pagamenti della pubblica amministrazione sono oramai uno dei motivi del cattivo sonno dei farmacisti, e non solo. In arrivo un nuovo decreto Sanità, di cui già si conosce la bozza, che ha come punti salienti: anticipo da parte dello Stato della liquidità per estinguere i debiti sanitari fino a 14 miliardi nel biennio 2013-2014 (5 nel 2013 e 9 per il 2014), e opzione per le Regioni che usano l’anticipo di cassa di anticipare al 2013 la maggiorazione addizionale Irpef. Altro punto importante è il principio per cui si preferirà rimborsare le imprese, privilegiando le fatture più antiche, poi le banche con una flessione al patto di stabilità interno per creare liquidità per Regioni ed Enti locali: il patto di stabilità è uno strumento che sta strangolando il sistema partendo dalle istituzioni più vicine al cittadino. Queste dovrebbero essere le misure che saranno varate in tempi rapidissimi e già si prefigura l’apertura di un Fondo per assicurare liquidità di pagamenti certi liquidi ed esigibili, ma non sanitari, destinato alle amministrazioni pubbliche che soffrono, in gran parte a causa del patto di stabilità, di penuria di liquidità. 20 miliardi di crediti pregressi nel 2013 e altri 20 previsti per il 2014, saranno il target da colpire con emissione di titoli di Stato. La situazione è in fermento, tutti gli esperti del settore sono in attesa del varo di queste misure che dovrebbero avere un buon effetto sul rilancio economico del Paese. Cercheremo di tenere informati i nostri lettori in merito seppure la confusione regni sovrana in queste ore concitate.